CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN DIRITTO DELLE ESECUZIONI CIVILI 2018

CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN DIRITTO DELLE ESECUZIONI CIVILI
SIENA 25, 26 Maggio – 15, 16 Giugno 2018 SCARICA LE SLIDE DEL CORSO

COMPITI CUSTODE – Avv. Giovanni Piazza

IDENTIFICAZIONE CATASTALE – Avv. Barbara Schepis – Dott.ssa Barbara Perna

ATTIVITA’ PRELIMINARI DEL PROFESSIONISTA DELEGATO – Avv. Barbara Schepis – Dott.ssa Barbara Perna

AVVISO DI VENDITA – Dr.ssa Maria Rosaria Giugliano

LA DELEGA DI VENDITA – Dr.ssa Simona Caterbi

LE OPERAZIONI DI VENDITA – Dr.ssa Anna Ghedini

PORTALE E VENDITE TELEMATICHE – Dr. Rinaldo D’Alonzo

LA DIVISIONE ENDOESECUTIVA – Dott. Alberto Cardino

LA DISTRIBUZIONE DEL RICAVATO – Prof Simonetta Vincre

SCARICA LA LOCANDINA SCARICA IL MODULO DI PARTECIPAZIONE

VENERDI 25 MAGGIO 2018

1^ AREA TEMATICA: L’INTRODUZIONE DEL GIUDIZIO ESECUTIVO E IL RUOLO DEL CUSTODE GIUDIZIARIO NELLA FASE ANTECEDENTE ALLA VENDITA

SALUTI: 9,30 – 10,00

Prof. FRANCESCO FRATI, Magnifico Rettore Università di Siena
*Dr.ssa MARGHERITA CASSANO*_, Presidente della Corte d’Appello di Firenze
Dr. ROBERTO MARIA CARRELLI PALOMBI, Presidente del Tribunale Siena

SESSIONE I: 10,00 – 13,00

Modera: Prof. Avv. NICCOLO’ PISANESCHI, Università degli Studi di Siena

A) IL PIGNORAMENTO, LA DOCUMENTAZIONE IPOCATASTALE E L’ISTANZA DI VENDITA. OGGETTO DEL PIGNORAMENTO:

Dr.ssa ANNAMARIA SOLDI,sostituto procuratore Generale presso la Corte di Cassazione

  • Il pignoramento in generale: effetti sostanziali e processuali; la notifica del pignoramento(rilevanza di elezioni di domicilio effettuate nel corpo del titolo, es. del mutuo) e l’elezione di domicilio ex art.492 cpc ovvero la comunicazione degli atti in cancelleria: riflessi sui controlli ulteriori; elementi contenutistici; oggetto del pignoramento: beni e diritti reali pignorabili e impignorabili; dati identificativi del bene e validità del pignoramento: beni in comunione ordinaria; beni in comunione legale;

B) TRASCRIZIONE DEL PIGNORAMENTO E VERIFICA DELL’APPARTENENZA:

Dr. FRANCESCO VIGORITO, Presidente del Tribunale di Civitavecchia
Prof. GIUSEPPE MICCOLIS, Università degli Studi Di Bari

  • La trascrizione del pignoramento (cenni al mancato rinnovo); la nota di trascrizione, sua rilevanza ; erroneità della nota; le pertinenze del bene pignorato;
  • Le trascrizioni pregiudizievoli opponibili e non : fondo patrimoniale, contratti preliminari (anche di beni non ultimati), domande giudiziali, sequestri conservativi e giudiziari, sequestri penali; provvedimenti amministrativi; espropriazioni per p.u.; il trust;2929 bis c.c;
  • La verifica dell’appartenenza di competenza del processo esecutivo: il sistema di cui all’art.567 cpc e la continuità delle trascrizioni; le questioni inerenti la trascrizione dell’accettazione dell’eredità (e l’acquisto ex lege della qualità di erede)
  • La tempestiva iscrizione a ruolo del pignoramento e la tempestiva istanza di vendita: il ruolo del creditore e le conseguenze della sua inerzia;

13,00 – Pausa Buffet

SESSIONE II 14,00 – 18,00

Modera:
Dr.ssa MARIA ANTONIA MAIOLINO, Segretario Nazionale CE.S.P.E.C.

IL CUSTODE GIUDIZIARIO E LA LIBERAZIONE DELL’IMMOBILE

A) IL DECRETO DI FISSAZIONE DELL’UDIENZA E LA NOMINA DEL CUSTODE GIUDIZIARIO:

Dr. NICOLA COSENTINO, Giudice del Tribunale di Busto Arsizio
Avv. GIOVANNI PIAZZA, professionista delegato alle vendite Tribunale di Milano

  • Il decreto di fissazione dell’udienza e la nomina di esperto e custode; i rispettivi ruoli; in particolare il ruolo del custode nei controlli sopra rassegnati; la nomina anticipata e le buone prassi in materia di esecuzione forzata;
  • poteri e responsabilità del custode; la legittimazione processuale del custode; la rendicontazione; il custode e i contatti con il debitore; il custode e i contratti di locazione: opponibilità e suoi limiti; riscossione dei canoni oneri fiscali (con segnato riferimento all’ipotesi in cui il debitore esecutato sia tenuto al versamento dell’IVA su canoni di locazione);

B) CUSTODE, GESTIONE DEL BENE ED ORDINE DI LIBERAZIONE:

Dr. DARIO COLASANTI, Giudice del Tribunale di Lecco
Dr.ssa MARIA ROSARIA GIORDANO, magistrato addetto all’Ufficio del Massimario della Corte di Cassazione

  • contratti inopponibili, permanenza dell’occupante e custode: come regolarsi; accordi eventuali fra occupante e custode: modalità e limiti; il custode e l’ordine di liberazione: limiti dell’istituto (diritti reali di terzi); il sistema del nuovo art.560 cpc e i diritti relativi di godimento in caso di mancata opposizione; l’esecuzione dell’ordine di liberazione nel nuovo sistema; il compenso del custode; custode e soggetti istituzionali o custodi/delegati;

SABATO 26 MAGGIO 2018

2^ AREA TEMATICA: IL PROFESSIONISTA DELEGATO Modera:

Dr. CRISTIAN SOSCIA, G.D. del Tribunale di Siena

SESSIONE III 9,30 – 13,00

L’UDIENZA EX ART. 569 C.P.C. E LA DELEGA DELLE OPERAZIONI DI VENDITA

A) UDIENZA E NOMINA DEL DELEGATO:

Dr.ssa GIUSEPPINA LUCIANA BARRECA, Consigliere di Stato, già Consigliere della Corte di Cassazione

  • l’udienza ex art. 569 c.p.c. e le preclusioni di fase;
  • l’obbligatorietà della delega;
  • ammissibilità di una delega “frazionata”
  • categorie dei professionisti delegabili: requisiti e condizioni per l’iscrizione; il possibile impatto della riforma dell’art. 179-ter disp. att. c.p.c.;
  • il compenso del professionista delegato;

B) OGGETTO E CONTENUTO DELLA DELEGA:

Dr.ssa SIMONA CATERBI, G.E. del Tribunale di Milano
Prof.ssa LAURA DURELLO, Università degli Studi Di Ferrara

  • oggetto e contenuto dell’ordinanza di delega: il programma della vendita;
  • i poteri di controllo e di direzione del G.E.;
  • i termini assegnati al delegato;
  • il rapporto riepilogativo iniziale, i rapporti periodici e il rapporto finale delle attività svolte;

13,00 – Pausa Buffet

SESSIONE IV 14,00 – 18,00

IL PROFESSIONISTA DELEGATO: DALL’ASSUNZIONE DELL’INCARICO AGLI ADEMPIMENTI PUBBLICITARI

A) ATTIVITA’ DI VERIFICA:

Dr.ssa BARBARA PERNA, GD. del Tribunale di Roma
Avv. BARBARA SCHEPIS, professionista delegato alle vendite Tribunale di Roma

  • attività preliminari: esame della documentazione ipocatastale e della perizia di stima; verifiche necessarie ai fini della stabilità degli effetti della vendita;
  • casistica in materia di difformità catastali: allineamento catastale, fusione di particelle; dati catastali errati o non attuali; difformità catastali formali e sostanziali; pignoramento di diritti non corrispondenti o solo parzialmente corrispondenti a quelli di pertinenza del debitore; ancora sull’oggetto del pignoramento: beni colpiti da difformità urbanistiche: l’accertamento di conformità; le difformità dalle norme attuali e/o vigenti al momento della realizzazione; l’art.46 tu edilizia (riapertura dei termini dei condoni e loro condizioni); l’abuso non eliminabile senza demolizione della parte regolare; terreni e ruolo del CTU

B) AVVISO DI VENDITA, PUBBLICITA’, RECLAMO:

Dr.ssa MARIA ROSARIA GIUGLIANO, G.E. del Tribunale di Napoli
Dr. SERGIO ROSSETTI, G.D. del Tribunale di Milano

  • l’avviso di vendita: contenuto e notifica;
  • gli adempimenti pubblicitari;
  • il portale delle vendite telematiche e le conseguenze in caso di omessa pubblicità sul portale
  • l’art. 591-ter c.p.c.;

VENERDI 15 GIUGNO 2018

3^ AREA TEMATICA: VENDITA, ASSEGNAZIONE ED AGGIUDICAZIONE

Modera:
Dr.ssa CLARA CIOFETTI, Giudice del Tribunale di Siena

SESSIONE V: 10,00 – 13,00

IL PROCEDIMENTO DI VENDITA E L’ASSEGNAZIONE.

A) IL PROCEDIMENTO DI VENDITA:

Dr. RINALDO D’ALONZO, G.E. del Tribunale di Larino
Dr.ssa ANNA GHEDINI G.D. del Tribunale di Ferrara

  • la vendita forzata: natura ed effetti
  • vendita senza e con incanto: differenze
  • l’espletamento della vendita forzata con modalità telematiche (vendita sincrona, vendita sincrona mista e vendita asincrona);
  • la vendita senza incanto: le offerte d’acquisto (forma, contenuto e modalità di presentazione; offerta minima; ammissibilità ed efficacia; irrevocabilità);
    l’offerta per persona da nominare; la delibazione dell’offerta; gara e criteri di aggiudicazione; riduzione del prezzo nelle successivi
  • esperimenti di vendita; “tetto” delle vendite
  • la verbalizzazione delle operazioni di vendita

B) L’ASSEGNAZIONE:
Prof.ssa PASQUALINA FARINA, Università La Sapienza di Roma
Prof. Avv. NICCOLO’ PISANESCHI, Università degli Studi di Siena

  • L’assegnazione nelle procedure esecutive immobiliari come alternativa alla vendita:
  • tipologie di assegnazione;
  • casi di assegnazione e interazione con offerta o offerte al di sotto del prezzo-valore (o del prezzo posto a base d’asta dell’esperimento di vendita successivo
    al primo);
  • l’assegnazione a favore del terzo;
  • Applicabilità o meno all’assegnazione della disciplina del saldo prezzo

13,00 – Pausa Buffet

SESSIONE VI: 14,00 – 18,00

L’AGGIUDICAZIONE E IL VERSAMENTO DEL PREZZO

A) LA STABILITA’ DELL’AGGIUDICAZIONE ED EVENTI OSTATIVI ALLA STESSA:

Prof. SERGIO MENCHINI, Università degli Studi Di Pisa

  • il principio della stabilità dell’aggiudicazione;
  • gli eventi ostativi all’aggiudicazione: pubblicità
  • inidoneità della cauzione
  • estinzione, sospensione, improseguibilità (procedure concorsuali, normativa antiusura, antimafia)
  • improcedibilità ed estinzione post aggiudicazione
  • vizi del sub-procedimento di vendita
  • omessa comunicazione convocazione ex 569 c.p.c.
  • omessa o nulla notifica dell’ordinanza di vendita;

B) IL PAGAMENTO DEL PREZZO DI AGGIUDICAZIONE:

Dr. FRANCO DE STEFANO, consigliere della Corte di Cassazione
Prof.ssa GABRIELLA TOTA, Università LUISS di Roma

  • pagamento del prezzo in conformità all’ordinanza. Versamento qual presupposto del decreto trasferimento
  • le modalità di versamento: mutuo contestuale o ipoteca su cosa altrui, sistemi telematici di pagamento
  • art. 508: natura dell’assunzione, deroga all’effetto purgativo, inadempimento
  • termine del saldo e relativo dies a quo
  • perentorietà del termine
  • Prorogabilità o rimessione in termini
  • casistica sulle ipotesi di rimessione
  • applicabilità sospensione feriale
  • saldo prezzo e decadenza: conseguenze: confisca della cauzione, rifissazione delle vendite, decreto ex art. 177 disp. att. c.p.c.
  • destino della somma confiscata e della differenza ex art. 177 disp. att. c.p.c.: caso della distribuzione; caso dell’estinzione
  • La rateizzazione del prezzo.

SABATO 16 GIUGNO 2018

4^AREA TEMATICA: IL TRASFERIMENTO DEL BENE (ANCHE ALL’ESITO DI DIVISIONE ENDOESECUITVA) , IL PROGETTO DI DISTRIBUZIONE E GLI ADEMPIMENTI FISCALI A CARICO DEL PROFESSIONISTA

Modera:
Dr.ssa LAURA D’AMELIO, G.E. Tribunale di Firenze

SESSIONE VII: 10,00 – 13,00

LA DIVISIONE ENDOESECUTIVA; IL DECRETO DI TRASFERIMENTO

A) LA DIVISIONE ENDOESECUTIVA:

Dr. ALBERTO CARDINO, Sostituto Procuratore Generale presso la Corte di Cassazione

  • La convocazione del comproprietario e relative formalità
  • presupposti per la vendita della quota indivisa o separazione in natura
  • il giudizio endoesecutivo
  • la vendita in sede divisionale
  • la delega nel giudizio divisionale
  • il progetto divisionale
  • l’ordine di liberazione nel giudizio divisionale

B) IL DECRETO DI TRASFERIMENTO:

Dr. SALVATORE SAIJA, magistrato addetto all’Ufficio del Massimario della Corte di Cassazione
Avv. DORIANA VESCERA, professionista delegato alle vendite Tribunale di Monza

  • Presupposti, natura e revoca del decreto di trasferimento.
  • contenuto
  • carattere derivativo dell’acquisto e continuità delle trascrizioni.
  • successione nella titolarità del diritto dopo la trascrizione del pignoramento.
  • rinnovo delle verifiche e aggiornamento della documentazione ipocatastale
  • verifiche sul regime patrimoniale dell’aggiudicatario
  • difformità con lo stato di fatto
  • difformità incidenti sulla rendita catastale
  • cancellazione delle formalità pregiudizievoli.
  • eccezioni all’effetto purgativo della vendita forzata sulle ipoteche: gli att. 508 c.p.c. e 41, quinto comma, t.u.b.
  • rifiuto del conservatore di eseguire la cancellazione delle formalità
  • strumentalità del controllo da parte del g.e. e del disposto dell’art.498 cpc alle ragioni del creditore ipotecario
  • vincoli non cancellabili
  • regime fiscale (agevolazioni prima casa, prezzo valore e in gen. tassazione del d.t.)
  • adempimenti successivi alla sua emissione
  • decreto di trasferimento, nullità degli atti esecutivi, estinzione del processo esecutivo
  • ordine di liberazione successivo al decreto di trasferimento

13,00 – Pausa Buffet

SESSIONE VIII: 14,00 – 18,00

LA DISTRIBUZIONE DEL RICAVATO

A) FORMAZIONE E COMPOSIZIONE DEL PROGETTO DI DISTRIBUZIONE:

Prof.ssa SIMONETTA VINCRE, Università Statale di Milano

  • formazione del progetto di distribuzione: modello di delega anche dell’udienza o meno: vantaggi e svantaggi; la composizione dell’attivo e del passivo
    (eventuali cauzioni, decreto ex art. 176 disp. att. cpc); note di precisazione del credito; progetto di DISTRIBUZIONE e pluralità di masse passive; presenza
    di procedure concorsuali e/o di creditori fondiari; pagamenti anteriori al creditore fondiario;

B) SPESE DI GIUSTIZIA, CONTROVERSIE DISTRIBUTIVE, DISTRIBUZIONE PARZIALE, ACCANTONAMENTI:

Dr. ALESSANDRO AULETTA, G.E. del Tribunal e di Napoli Nord
Prof. ALESSANDRO NASCOSI, Università degli Studi di Ferrara

  • composizione della prededuzione: prededuzione o privilegio spese di giustizia?; in particolare spese relative ai giudizi divisionali endoesecutivi ed alle
    opposizioni; spese relative a pignoramenti successivi e a interventi; cenni alla soluzione delle controversie distributive; esecutività del provvedimento di
    approvazione del progetto di distribuzione; distribuzione parziale; ridistribuzione ed accantonamenti ex art.499 cpc o per altre eventuali ragioni.

Per prenotazioni e maggiori informazioni scrivere a: convegniecorsi.ivg@gmail.com


Galleria Immagini

brochure giugno_Pagina_1.jpg
brochure giugno_Pagina_1.jpg
brochure giugno_Pagina_2.jpg
brochure giugno_Pagina_2.jpg