Suzuki GSRX 1000 anno 2011 GARA DI VENDITA SABATO 7 DICEMBRE 2019


Prezzo base: € 850,00



Data vendita: 07/12/2019 15:00

Tipo di vendita: A mezzo commissionario

Procedura: CONFISCA 3367/2019

Venduto

Numero Procedura 3367/2019
Tipo Procedura CONFISCA
Numero IVG 15/2019
Tipo vendita A mezzo commissionario
Data vendita 07/12/2019 15:00
Prezzo base: € 850,00
Prezzo aggiudicazione 4.200,00
Luogo Vendita I.V.G. Arezzo Via Galileo Ferraris n. 136
Ente Esecutore Agenzia del Demanio

Soggetti

Delegato alla vendita
Nome I.V.G. Arezzo - Siena

Ultimo aggiornamento 14/11/2019 10:05

Scheda pubblicata sul sito IVG il 14/11/2019 10:05

Stampa Scheda

Dettaglio Lotto

Genere MOBILI
Categoria AUTOVEICOLI E CICLI
Titolo Suzuki GSRX 1000 anno 2011 GARA DI VENDITA SABATO 7 DICEMBRE 2019
Abstract

Oltre il prezzo di aggiudicazione dovrà essere corrisposto: diritto di vendita (12%) + IVA (22%) sul diritto di vendita + € 18 di bolli + € 90 di spese fisse.

Dettaglio Beni

Tipologia AUTOVEICOLI E CICLI
Categoria MOTOVEICOLO O CICLOMOTORE
Descrizione

Motociclo Suzuki GSRX 1000, data immatricolazione 20/04/2011, cc. 999, provvisto di chiave e mancante di documenti, Prezzo base d’asta € 850.

IL VEICOLO SOPRAINDICATO POTRA’ ESSERE CONSEGNATO AL NUOVO ACQUIRENTE SOLO PREVIA PRESENTAZIONE DELL’ATTESTAZIONE DI INIZIO VOLTURE PRESSO IL PUBBLICO REGISTRO AUTOMOBILISTICO-P.R.A. O PRESSO EVENTUALI AGENZIE DI PRATICHE AUTO

Tutte i lotti in gara presso la sala vendite IVG si svolgeranno in modalità SINCRONA MISTA: gara in contemporanea tra gli utenti fisicamente presenti e gli iscritti sul portale telematico www.spazioaste.it

La cancellazione della trascrizione del pignoramento e di altri eventuali gravami sono a carico dell’aggiudicatario.

Non puoi partecipare fisicamente alle gare di vendita? Verifica la presenza del bene di tuo interesse sul sito di gare online www.spazioaste.it oppure clicca sul pulsante rosso e bianco a lato di questa scheda. Potrai fare un’offerta ed accedere alla GARA ONLINE IN CONTEMPORANEA con gli utenti presenti in sala vendite il giorno della gara.

CONDIZIONI DI VENDITA e CONTATTI:

Visita il nostro canale su youtube: astegiustizia.it – I S C R I V I T I – Tag youtube: asta arezzo

Trattasi di VENDITA GIUDIZIARIA regolata dagli Artt. 532 – 533 – 534 – 535 – 537 – 540 del c.p.c. dagli Artt. 353 – 354 c.p., dagli Artt. 2756 – 2761 c.c.
CHIUNQUE, tranne il debitore, può partecipare alle aste purché munito di documenti di riconoscimento in corso di validità.

È OBBLIGATORIA L’IDENTIFICAZIONE DELL’AGGIUDICATARIO
le aggiudicazioni e l’atto di trasferimento del bene possono essere fatti solo a persona presente riconosciuta dagli incaricati IVG attraverso documenti di identificazione validi. In deroga possono essere fatte aggiudicazioni a persone munite di procura nelle forme previste dalla legge.

ACQUISTO PER SOCIETÀ O PER UN TERZO
Mentre è sempre possibile aggiudicare il bene alla propria ditta individuale, per un qualsiasi altro tipo di società sono necessari: una visura camerale (massimo di tre mesi) che attesti le qualifiche ed i poteri di acquisto di quella persona nei confronti della società e/o la procura.

*VISIONE DEI BENI IN VENDITA:*SALA ASTE I.V.G. AREZZO – Via G. Ferraris n. 136 (zona Centro Affari):

DA LUNEDI 2 AL 6 DICEMBRE 2019

DALLE ORE 9,00 ALLE ORE 13,00 E DALLE ORE 14,00 ALLE ORE 18,00

Quando avrete individuato il bene che volete acquistare, venite a vederlo: è un diritto che vi consente di avere una maggiore identificazione del bene e delle sue caratteristiche. Infatti, occorre ricordare che non è possibile recedere da una vendita giudiziaria e che le medesime non sono sottoposte alla garanzia per vizi occulti: ne consegue che eventuali mancanze, differenze, difformità, oneri di qualsiasi tipo, anche se occulti e non conoscibili, della cosa venduta non potranno dar luogo a risarcimenti, indennità o riduzioni di prezzo.

CON L’ ACQUISTO DATE ATTO CHE IL BENE È VISTO E PIACIUTO
Al momento della vendita è emessa una Bolletta Ministeriale con la quale si trasferisce la proprietà del bene da un soggetto all’altro; è un atto pubblico che in caso di recesso si assoggetta alla Legge sulla turbativa delle aste Artt. 353 e 354 c.p.

MODALITÀ DI PAGAMENTO
importi PARI O SUPERIORI a € 3.000,00 esclusivamente con:
Assegni circolari o equivalenti postali non trasferibili intestati ad I.V.G. Tribunale di Arezzo;
importi INFERIORI a € 3.000,00:
• per contanti;
• con bancomat (secondo gli accordi con i vostri istituti di credito); NO POSTAMAT
• con assegni circolari o equivalenti postali non trasferibili intestati ad I.V.G. Arezzo;
Il pagamento nelle forme suddette darà corso al rilascio della Bolletta Ministeriale e alla consegna del bene.
Non saranno accettati acconti o cauzioni e forme di pagamento diverse da quelle su scritte.
In via straordinaria può essere lasciato a garanzia un assegno bancario non trasferibile intestato all’I.V.G. Tribunale di Arezzo corredato di un documento dell’aggiudicatario in corso di validità, ma, entro e non oltre LUNEDÌ 9 DICEMBRE 2019, dalle ore 9,00 alle ore 13,00 e dalle ore 14,00 alle ore 18,00, dovrà essere perfezionato il pagamento (restituendovi l’A/B lasciato in garanzia) con le modalità sopra riportate che consentirà il trasferimento, la consegna del bene e l’emissione della Bolletta Ministeriale.

VERBALI DI VENDITA PER I VEICOLI TARGATI
Il verbale di vendita è un atto pubblico emesso dall’IVG che consente il passaggio di proprietà e l’eventuale richiesta dei documenti mancanti.

RITIRO DEI BENI AGGIUDICATI – SMONTAGGIO E TRASPORTO DEI BENI
I beni presso la sede di Arezzo, se viene perfezionato il pagamento, devono essere ritirati il giorno dell’asta o in caso di impossibilità entro le ore 18 del lunedì successivo.
I beni custoditi presso la sede di Siena devono essere ritirati entro le ore 16 del lunedì successivo alla vendita.
Il ritiro potrà essere effettuato dalle ore 9,00 alle ore 13,00 e dalle ore 14,00 alle ore 18,00 in entrambe le filiali.
Per le autovetture è obbligatorio avere attivata l’assicurazione o disporre di targa prova o carro attrezzi.
Lo smontaggio, il trasporto e la movimentazione dei beni acquistati sono a TOTALE carico dell’aggiudicatario, il quale dovrà organizzarsi CON MEZZI E UOMINI PROPRI. Qualora ne fosse fatta richiesta saranno forniti i nominativi di ditte del luogo con le quali dovranno essere presi accordi personalmente dagli aggiudicatari sia ai fini economici sia ai fini delle tempistiche per il ritiro dei beni.

A decorrere dal terzo giorno successivo alla data d’acquisto (compreso), in caso di mancato ritiro, i beni verranno trasferiti, con spese a carico dell’acquirente, presso la depositeria e verranno applicate le tariffe così come disposte dal Decreto Ministero Giustizia, decreto 10.05.2009 n. 80.

Decreto Ministero Giustizia, decreto 10.05.2009 n. 80: Art. 4 Compensi per l’attività di custodia dei beni mobili:

a) per autocarri, autotreni, autoarticolati e motrici:
1) con portata fino a 35 quintali, euro 6,20 al giorno;
2) con portata superiore ai 35 quintali, euro 9,80 al giorno;
b) per trattori stradali, rimorchi e semirimorchi, euro 9,80 al giorno;
c) per trattori agricoli, macchine movimento terra e affini, euro 9,80 al giorno;
d) per autoveicoli:
1) di cilindrata fino a 1.500 centimetri cubi, euro 2,20 al giorno;
2) di cilindrata da 1.501 a 2.500 centimetri cubi, euro 2,70 al giorno;
3) di cilindrata superiore a 2.500 centimetri cubi, euro 3,20 al giorno;
e) per i motocicli e ciclomotori, euro 1,00 al giorno;
f) per gli oggetti preziosi e le opere d’arte:
1) se la somma ricavata della vendita della totalità dei beni non supera euro 1.000,00, euro 2,00 al giorno;
2) se la somma ricavata della vendita della totalità dei beni è compreso tra euro 1.000,01 ed euro 5.000,00, euro 5,00 al giorno;
3) se la somma ricavata della vendita della totalità dei beni è compreso tra euro 5.000,01 ed euro 10.000,00, euro 10,00 al giorno;
4) se la somma ricavata della vendita della totalità dei beni è compreso tra euro 10.000,01 ed euro 20.000,00, euro 20,00 al giorno;
5) se la somma ricavata della vendita della totalità dei beni è compreso tra euro 20.000,01 ed euro 50.000,00, euro 30,00 al giorno;
6) se la somma ricavata della vendita della totalità dei beni è superiore ad euro 50.000,00 euro 50,00 al giorno;
g) per altri beni:
1) se la somma ricavata della vendita della totalità dei beni non supera euro 1.000,00, euro 0,15 per 0,25 metro cubo al giorno;
2) se la somma ricavata della vendita della totalità dei beni è compreso tra euro 1.001,00 ed euro 2.500,00, euro 0,30 per 0,25 metro cubo al giorno;
3) se la somma ricavata della vendita della totalità dei beni supera euro 2.500, euro 0,40 per 0,25 metro cubo al giorno.

OCCASIONI in vendita ON LINE su: www.spazioaste.it

Qualora le summenzionate informazioni non risultassero sufficienti, contattare esclusivamente il lunedì, il mercoledì ed il venerdì dalle ore 15.00 alle ore 18.00: Istituto Vendite Giudiziarie 329.4477622 – Dr. G. Volpi 329.3849091 – Dr. M. Capitani 329.3849088 – A. La Spina 329.3849069 -